NagaNews > Eventi > Eventi naga

Eventi Naga

07/07/2018

Milano Pride 2018

Salve a tutti e a tutte!

Voglio fare un ringraziamento speciale a tutte le istituzioni presenti qui oggi e a tutti e tutte coloro che hanno fatto sì che possiamo essere ascoltate anche solo per un giorno all'anno.

Mi trovo qui per rivendicare quelli che sono una serie di diritti fondamentali per un essere umano. Non parlo solo a nome del popolo LGBTQIA+ ma parlo a nome di tutti coloro che all'interno di questa società sono INVISIBILI.

Persone che vivono nell'emarginazione perché non vengono rispettati neanche quelli che dovrebbero essere una serie di diritti indispensabili per dare dignità all'individuo.

Io ho conosciuto la strada dopo aver lavorato per un breve periodo come badante, il quale è stato il mio unico lavoro in questo paese.Ho sempre fatto di tutto per realizzare il mio sogno di frequentare l'università e di avere una vita normale, ma non ho mai avuto una vera possibilità.

Ho persino dormito in strada perché per una persona TRANSGENDER è molto difficile trovare una casa e delle altre soluzioni.

Nella mia vita ho passato veramente molte cose che vorrei poter dimenticare come le umiliazioni a causa della mia sessualità e quello che per me è stata una scelta difficile; inoltre la vita in strada è molto dura.

La somma di tutte queste cose ha fatto sì che il mio carattere cambiasse notevolmente, rendendomi una persona fredda e diffidente.

Oggi voglio essere la voce di tutte quelle persone che come me soffrono a causa di uno stereotipo imposto dalla società che nella maggior parte dei casi ci obbliga a vivere ai margini e ad essere derise, a causa di un odio che mai capirò da dove scaturisce...Ma tutto ciò deve finire! Noi siamo ESSERI UMANI esattamente come tutti e tutte! Per questo chiedo siano messe in atto una serie di agevolazioni per chi come me vuole davvero fare qualcosa di positivo, sia per sé stessa che per questa società. In alcuni Paesi europei esistono degli aiuti come:

- Assegnazioni di alloggi per persone che vivono in realtà degradanti.

- Assistenza sanitaria gratuita per chiunque ne abbia bisogno.

- Sovvenzioni agli studi per permettere a chiunque un'istruzione universale.

- Inserimento nel mondo del lavoro per rendere le persone indipendenti. Noi chiediamo il reddito universale di autodeterminazione per permettere anche alle persone che vivono in contesti al limite della sopravvivenza di studiare o di cercarsi un lavoro, comunque mantenendo un minimo di dignità. In Italia tutto ciò nella mia condizione non posso averlo, tre volte discriminata perché sono donna, transgender e immigrata.


Fino ad ora le istituzioni non si sono mai realmente impegnate per DAR CORPO AI DIRITTI, lasciandoli marcire sulla carta.

Dicono che noi stranieri veniamo per rubare e non fare niente, ci chiamano CLANDESTINI, e con questo nome vi spaventano, come se noi fossimo dei criminali, ma nessuna e nessuno di noi vuole essere irregolare! Il permesso di soggiorno è indispensabile per avere una vita sicura e tranquilla, eppure le leggi di questo paese rendono impossibile averlo, e ci costringono a vivere sempre nella paura.Non volete i clandestini? DATECI IL PERMESSO DI SOGGIORNO!

Nel Pride rivendichiamo il nostro diritto alla libertà, ma che libertà è quella che ci concedono, senza documenti, senza casa, senza lavoro, senza soldi?Le associazioni LGBTQIA+ fanno un grande lavoro per battersi per i diritti e cambiare la mentalità della gente, ma questo non basta: abbiamo bisogno che le persone possano trovare quanto meno un aiuto e delle soluzioni pratiche per risolvere le loro necessità primarie, e per questo io voglio battermi: perché ogni persona possa essere aiutata a seguire il proprio progetto personale e contribuire al bene della società. Dateci la possibilità di dimostrare quello che sappiamo fare!

Questo non vale solo per me e per le altre persone trans, ma per tutte quelle persone che sono discriminate e non hanno avuto opportunità, che oggi vengono tenute fuori dalla società e considerate come un costo e un fastidio.Basta tagliare gli stipendi e aumentare la precarietà, basta chiudere scuole e ospedali, basta guerra ai poveri, basta sfruttamento sul lavoro!Le ricchezze e le risorse vanno usate per dare a ogni essere umano la possibilità di vivere dignitosamente, e non essere solo nelle mani di pochi: abbiamo bisogno di solidarietà!

Questa solidarietà noi la viviamo nella vita di tutti i giorni cercando di aiutarci a vicenda e di batterci per i diritti di tutte e di tutti.Per questo oggi abbiamo sfilato con voi, in mezzo a voi, persone che studiano, lavorano, disoccupate, precarie, migranti e non, insieme per gli stessi obiettivi: per mostrare che si può essere alleati e non avversari, per ricordare che NESSUNA PERSONA È ILLEGALE!Spero che queste parole possano arrivare non solo alla coscienza di chi qualcosa può fare veramente ma anche al cuore di tutti voi che siete stati qui oggi.

Vi ringrazio!

A questo link anche il video.

Torna

Bookmark and Share