tl_files/naga/immagini/head_gruppi/head_carce.jpgPerché?
All'interno del carcere i detenuti stranieri costituiscono la parte della popolazione carceraria più isolata. L'assenza d'informazione sui propri diritti, la difficoltà nell'accesso ai servizi, la barriera della lingua sono alcuni tra gli ostacoli che il gruppo carcere si propone di affrontare.

Come?
Il gruppo presta le proprie attività nelle carceri di San Vittore, Bollate e Opera. Svolge segretariato sociale, educazione sanitaria e giuridica, incontri interculturali e fornisce supporto psicologico e legale ai detenuti stranieri.

Chi?
Il gruppo carcere è composto da circa 15 volontari: studenti, pensionati, insegnanti e altre professionalità.

Quanti?
Il gruppo carcere incontra circa 1.400 detenuti stranieri all'anno.

Bookmark and Share
Notizie Naga

19/05/2016

Stamani

Arrivo al Naga bardata come se fosse novembre. Piove e fa pure freddo, in questo maggio autunnale...

Leggi tutto »

12/05/2016

CASA

La poesia di Warsan Shire

Leggi tutto »

09/05/2016

Esposto contro Mario Giordano e Maurizio Belpietro

L'Ordine dei giornalisti sanziona entrambi con la censura per un aricolo riferito ai rom.

Leggi tutto »

Eventi

31/05/2016

LabRom
Dal 13 al 31 maggio a Torino, Roma e Reggio Calabria

Leggi tutto »

03/06/2016

Ponte 2 giugno
Consulta le chiusure

Leggi tutto »

07/06/2016

Mostra di acquerelli
A favore del Naga presso Spazio Sirin

Leggi tutto »