NagaNews > Comunicati stampa > Notizie Naga

Comunicati Stampa

Sconcertanti prassi della Questura di Milano

02/11/2016

"Le prassi messe in atto dalla Questura di Milano ci sconcertano, ci turbano ma non ci stupiscono.

E' evidente che il diritto d'asilo è messo in scacco da parte degli stessi soggetti che dovrebbero renderlo effettivo; è altresì evidente la sospensione dello stato di diritto all'interno della Questura di Milano mediante la creazione di prassi ed eccezioni inaccettabili. La Questura di Milano, per esempio, si arroga la scelta discrezionale tra chi ha diritto - o meno - di presentare la domanda d'asilo: una prerogativa che, secondo le leggi (nonostante tutto) ancora in vigore, spetterebbe solamente alla commissione territoriale." dichiara Pietro Massarotto presidente del Naga.


"Siamo profondamente preoccupati e nel contempo proviamo un sentimento prossimo alla vergogna per il modo in cui le Istituzioni accolgono le persone che riescono ad arrivare in Italia e per come vengano loro negati i diritti fondamentali, come quello di chiedere protezione internazionale. L'unico effetto che si raggiunge è quello dell'illegalizzazione sistematica del fenomeno migratorio e non certo quello di impedirne l'esistenza. Obiettivo, quest'ultimo, fortunatamente fuori dalla portata di chiunque e, dunque, anche dell'Ufficio Immigrazione della Questura di Milano", conclude Massarotto.

 

La lettera di ASGI sulle prassi della Questura.

Torna

Bookmark and Share