(Ben)venuti - Settembre 2017

tl_files/naga/immagini/newsletter-rifugiati/ico-stampab.png

RASSEGNA STAMPA

 

Il ricatto alle ONG

tl_files/naga/immagini/newsletter-rifugiati/stampa-04.jpgIl codice etico (o di condotta) che si è cercato di imporre alle ONG operanti in missioni di salvataggi in mare è un ulteriore tassello di quel processo di criminalizzazione che riguarda non più solo i migranti ma anche chi ha messo a disposizione mezzi e personeale per evitare che chi parte muoia nel Mediterraneo.

I media hanno avuto, come sempre, un ruolo cruciale nella rappresentazione di questo processo.

Il codice è stato appunto presentato dal governo italiano e dai media come un codice “etico”, un codice di “condotta”, uno strumento, insomma, neutrale che avrebbe solo reso più coordinato, trasparente e sicuro, il lavoro delle ONG… peccato che il codice prevedesse alcuni elementi profondamente contrari ai principi fondamentali dell’azione umanitaria. Uno su tutti: la presenza della polizia giudiziaria a bordo delle navi. La mancata firma del codice da parte di organizzazioni come Medici Senza Frontiere ha reso palese che questo fosse in realtà un vero e proprio ricatto.

 

Di fronte alla non sottomissione delle ONG le repliche delle istituzioni e i titoli dei giornali non si sono fatti attendere:


Codice Ong, scontro sulla polizia nelle navi. Da La Repubblica, 29 luglio 2017;
Ong, fuori chi non ha firmato. Da La Repubblica, 1 agosto 2017;
Le Ong contro il codice di condotta. Da Il sole 24 Ore, 26 luglio 2017;
Le Ong pronte al braccio di ferro. Da Il Giornale, 24 luglio 2017.

 

Ma soprattutto:


Bruxelles con l’Italia sulle Ong ribelli. “Non garantito l’attracco nei porti”. Da La Stampa, 2 agosto 2017;
Migranti, le Ong boicottano il piano del Viminale. Da La Stampa, 1 agosto 2017;
Casini: navi in Africa, una svolta. “Le Ong ribelli non sbarcheranno più migranti nei nostri porti”. Da Edizione Il Giorno, 28 luglio 2017;
Il lato B dell’Ong: “Più immigrati abbiamo e più soldi facciamo”. Da il Fatto Quotidiano, 4 agosto 2017;
“L’Ong lavorava con gli scafisti”. Da La Repubblica, 3 agosto 2017;
Migranti, altre Ong indagate. Da Il Corriere della Sera, 5 agosto 2017.


Ringraziamo le ONG che non si sono fatte intimidire.

(Ben)venuti - Luglio 2017

tl_files/naga/immagini/newsletter-rifugiati/ico-stampab.png

RASSEGNA STAMPA

 

Chi comincia bene…

Nel giornalismo degli ultimi anni, il titolo di un articolo ha una funzione molto speciale: indica un’emozione, piuttosto che descrivere un fatto; ed è proprio puntando sull’elemento emotivo del testo che si finisce per suggerire uno schema di interpretazione che il lettore utilizzerà per comprendere quanto scritto nel corpo della notizia.

Ecco quindi una selezione di alcuni dei titoli più emotivi ed emozionanti - o avvilenti, a seconda dei punti di vista - della prima parte del 2017 ai quali abbiamo deciso di aggiungere il nostro commento…

 

 

  • TV satellitare in regalo ai profughi Da Libero dell’11 Marzo: evidentemente i titolisti si sono resi conto che le polemiche sui 35€ stanno cominciando a perdere colpi e vogliono alzare il tiro; 
  • L'idea dei costruttori: infilare i profughi nei nostri condomìniDa Libero del 23 Febbraio: il modus operandi delle associazioni di stampo mafioso di cementare i pentiti nei piloni deve aver fatto scuola; 
  • «La Ue non ci aiuta, ora basta» Minniti punta all'asse con Berlino – Dal Corriere della Sera del 29 Giugno: per l’Italia in guerra contro l’invasione, niente di meglio che rispolverare un grande classico come l’asse Roma-Berlino, un Patto d’Acciaio 2.0; 
  • Favorevole all'integrazione ma nuove regole sono inutili. La cittadinanza va meritata – Dal Corriere della Sera del 18 Giugno: il governatore del Veneto Zaia proporrà di cambiare anche la scritta “La legge è uguale per tutti” nelle aule dei tribunali in “La legge è meritocratica”; 
  • Ong in fuga dalla polizia – Da Il Giornale del 10 Maggio: inseguimenti in alto mare e strategie di nascondiglio degne della cronaca di Igor il russo; 
  • Il doppio lavoro di Emergency: impedire e agevolare gli sbarchi – Da Il Giornale del 22 Aprile: nell’epoca dei doppi incarichi e dei doppi stipendi, anche Emergency si trova divisa tra due contratti di lavoro part-time; 
  • La sfida di Vienna "Bloccheremo la rotta del Mediterraneo" – Da La Stampa del 20 Aprile: evidentemente a Vienna non hanno ancora comunicato l’impossibilità di schierare carri armati e blindati sul mare; 
  • I test d’integrazione per immigrati in Olanda con multe ai bocciati – Dal Corriere della Sera del 10 Aprile: a breve disponibili anche in farmacia; 
  • Gli immigrati invadono anche i tribunali – Da Il Giornale del 20 Marzo: il famoso paradosso del migrante di Schroedinger, che viene in Italia per darsi all’illegalità ma poi paralizza i tribunali italiani con i suoi ricorsi legali; 
  • Migranti, sospetti sulle Ong "Soccorsi su appuntamento" – Da Il Giornale del 24 Febbraio: appuntamenti al buio o rimediati tramite siti d’incontri?

 

Questi i nostri preferiti, se ne trovate di più belli mandateli a naga@naga.it e li collezioneremo tutti!

 

(Ben)venuti - Maggio 2017

tl_files/naga/immagini/newsletter-rifugiati/ico-stampab.png

RASSEGNA STAMPA

 

Decreto Minniti sulla stampa

Lo scorso 12 aprile è entrato in vigore quello che viene definito da alcune testate giornalistiche “l’ultima pietra deposta su un muro normativo”. Una novità entrata a far parte del nostro ordinamento che ha prodotto molti dissensi, anche da parte di membri dello stesso partito di provenienza. Un’opposizione profondamente evidente sulla stampa.
La stampa di centrodestra sostiene l’inconsistenza del decreto nel limitare gli ingressi in Italia dei profughi, insistendo sul fatto che la legge agisce solo sui tempi di permanenza dei migranti nel nostro paese. Le nuove procedure sull’immigrazione non tutelano la sicurezza dei cittadini italiani.
Le testate di centrosinistra, tendenzialmente in modo imparziale, espongono le novità proposte dalla legge, facendo risaltare la positiva contrattazione e disponibilità ottenuta dal governo con Anci per la ripartizione delle quote di richiedenti asilo. Viene invece più volte sottolineato come questo decreto abbia rappresentato l’occasione per aumentare la spaccatura e le schermaglie politiche tra Pd e i fuoriusciti di Mpd.
Infine i giornali di sinistra assieme ad alcuni quotidiani di stampo cattolico insistono nell’evidenziare le gravi violazioni di diritti fondamentali e le forti differenze sociali che le procedure del decreto Minniti celano: limitazione del diritto al contraddittorio, sezioni specializzate, giudizio monocratico, vanificazione del processo di integrazione a fronte di ragioni di sicurezza interna.
Rispetto alle figure degli operatori che di fatto si occupano dell’accoglienza dei migranti, non si fa quasi menzione. Non vengono riportate le loro impressioni sul decreto e soprattutto sulla loro trasformazione in pubblici ufficiali che questo prevede. Vengono invece coperte con interesse le notizie delle infiltrazioni mafiose nella gestione dei centri di accoglienza, o le indagini sulle ONG che operano nel Mediterraneo (che prestano soccorso ai naufraghi), insinuando la loro collusione con i trafficanti, e strumentalizzandole per colpire politicamente il Governo, sicuramente le ONG e coadiuvare il discorso anti immigrazione.

 

Leggi il PDF con qualche esempio.


(Ben)venuti - Marzo 2017

tl_files/naga/immagini/newsletter-rifugiati/ico-stampab.png

RASSEGNA STAMPA

 

Le parole più utilizzate

tl_files/naga/immagini/newsletter-rifugiati/stampa-01.jpg

 

L’immigrazione è da ormai 30 anni il focus scelto dal Naga per parlare di diritti. Negli ultimi anni l’argomento è diventato sempre più centrale anche nel resto della società e sui mezzi di informazione.

Per questo motivo, inaugurando questa nuova newsletter dedicata all’accoglienza dei richiedenti asilo, abbiamo deciso di attivare parallelamente un servizio di rassegna stampa per monitorare come si parla di immigrazione oggi in Italia.

In meno di due mesi abbiamo raccolto 476 articoli dedicati al tema e in questo primo numero vi presentiamo le parole più utilizzate.


A voi ogni commento!

 

Bookmark and Share
Notizie Naga

15/01/2018

Neve

Il commento del Naga

Leggi tutto »

13/12/2017

Report di Amnesty sulla Libia

Il commento del Naga

Leggi tutto »

23/10/2017

(Stra)ordinaria accoglienza

Scarica tutti i materiali dell'indagine sull'accoglienza dei richiedenti asilo a Milano e provincia

Leggi tutto »

Eventi

03/02/2018

Primo Forum Territoriale per Cambiare l’Ordine delle Cose
Dalle 9.30 alle 18.00 presso il Circolo Arci La Scighera

Leggi tutto »

20/02/2018

Diventa volontario!
Sono aperte le iscrizioni al corso di formazione!

Leggi tutto »