Nagazzetta - APRILE 2015 -

LETTERA

 

Giusto! Bombardiamo le navi e arrestiamo gli scafisti! Finalmente una proposta!

Rocco da Milano

 

Solo due mesi fa mi era capitato di scrivere di altre buone proposte: reti elettrificate che tagliano il Mediterraneo, pattugliamento costante della guardia costiera, divieto di soccorso e insediamento di squali aggressivi e specializzati.
Il bombardamento no, non l'avevo considerato.
Era così semplice: i cattivi sono gli scafisti, che, favoriti strumentalmente dalle milizie islamiste (o peggio dall'Isis tout court), lanciano orde di immigrati cenciosi verso le coste di Europa.
In un solo colpo, gli immigrati vengono degradati da esseri umani ad arma di offesa e gli scafisti diventano il (nuovo) capro espiatorio.
La mistificazione funziona benissimo: chi vuole bombardare di precisione dall'alto, chi vuole rifondare la XMas e inviare "maiali" nei porti libici, chi vuole schierare le portaerei, chi vuole anche il supporto di terra, chi si affiderebbe ai droni. Tutti comunque d'accordo che finalmente si può fare qualcosa contro qualcuno. Si può dire, anzi. Beninteso il piano è simbolico; ciò che interessa è lo slittamento etico; il fastidioso senso di colpa diventa legittimo risentimento, l'impotenza diviene possibilità di azione e la causalità misteriosa prende sostanza di malvagi in carne e ossa.
Poco conta che le navi siano in realtà barconi e che gli immigrati non siano altro che uomini, donne e bambini che cercano o debbono muoversi. Secondo la rappresentazione corrente, se va bene sono strumenti nelle mani degli scafisti, se va male sono complici. In ogni caso, chissenefrega.

 

Viso pallido

Mandate le vostre lettere a: posta@naga.it

Torna

Bookmark and Share
Notizie Naga

12/04/2018

Lacrime

La testimonianza di un volontario del Naga.

Leggi tutto »

10/04/2018

Disagio cronico.

Leggi lo studio completo e il comunicato sulla patologia cronica nel paziente irregolare.

Leggi tutto »

06/04/2018

Raccogliere la sfida della complessità

Le richieste del Naga per le famiglie sgomberate dall'ex caserma Perrucchetti. E non solo.

Leggi tutto »

Eventi

02/05/2018