Nagazzetta - Maggio 2015 -

LETTERA

 

Nella grande abbuffata di Expo la fame è indigesta?

Terenzio da Piazzale Libia

 

Trattandosi di un concetto in negativo (dal latino fatisci, cioè venir meno, mancare), la fame è difficile da rappresentare e, quando comunque lo si fa, riesce poco accattivante.

 

Il tema dell'Esposizione Universale milanese è poi "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita" (maiuscole incluse): se sei un conservatore depressivamente affezionato allo spirito critico, traduci "fame nel mondo - facciamo qualcosa"; se sei un consumatore, neppure necessariamente edonista, leggi "ricette dal mondo e forse qualcosa di bio".

 

In buona sostanza, che Expo attiri più che deprimere, sdoganando a latere l'approccio privatistico al cibo. Gli eventi infatti sono del tipo: "Presentazione della Bottega e degustazione non convenzionale di prodotti (coinvolgimento dei consumatori nell’analisi sensoriale e visiva dei prodotti degli agricoltori della bottega in confronto con i prodotti GDO)" oppure "The Cooking Show – Il mondo in un piatto" ma anche "TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership): un'opportunità economica e una sfida per le PMI italiane" e ancora "Nutrire il Pianeta con la Culinary Nutrition. Due cooking show sulla cucina antiaging" (titoli davvero tratti dal programma del 26/5/2015).

 

Cosa vorrebbe, Terenzio? Slow-fame?

 

Viso pallido


Mandate le vostre lettere a: posta@naga.it

Torna

Bookmark and Share
Notizie Naga

12/04/2018

Lacrime

La testimonianza di un volontario del Naga.

Leggi tutto »

10/04/2018

Disagio cronico.

Leggi lo studio completo e il comunicato sulla patologia cronica nel paziente irregolare.

Leggi tutto »

06/04/2018

Raccogliere la sfida della complessità

Le richieste del Naga per le famiglie sgomberate dall'ex caserma Perrucchetti. E non solo.

Leggi tutto »

Eventi

02/05/2018