Nagazzetta Ottobre 2015

la lettera

 

Perchè il Naga si chiama Naga?

Teresa da Buguggiate

 

Il nome l'ha trovato Italo Siena, medico libertario straripante di understatement che mai ho sentito rivendicare di essere il fondatore del Naga.
La storia che so io è che il Naga sarebbe un mitologico serpente del bene e del male, a sette teste, su cui simbolicamente poggia il regno di Cambogia. Ma i naga sono anche un'antica razza di uomini-serpente (spesso donne-serpente) presente nella religiosità e nella tradizione vedica e induista; e in numerosi miti sono esseri titanico-demoniaci, combattuti dagli dei.
La contrapposizione giusto-sbagliato attraversa il Naga fin dall'origine e ne esce destrutturata: occuparsi dei migranti irregolari è giusto ma per la legge no; l'asilo politico è un diritto internazionale ma l'Italia lo declina come un privilegio;
l'associazione ovvia alle inadempienze dello Stato ma non vuole farlo per e con il beneplacito dei Ministeri; la legge è uguale per tutti eppure il carcere è un contenitore di cittadini stranieri.  
Naga, nondimeno,  è anche un acronimo liberamente componibile: nucleo anti-grulli acrimoniosi, nucleo assistenza gente abbandonata, nucleo associativo grane e affini, nani artisti guitti affabulatori, nuovo aggregato giganti e arlecchini, nobile associazione dei generali appiedati.
Ne avete già abbastanza (?) ...

 

Viso pallido


Mandate le vostre lettere a: posta@naga.it

Torna

Bookmark and Share
Notizie Naga

12/04/2018

Lacrime

La testimonianza di un volontario del Naga.

Leggi tutto »

10/04/2018

Disagio cronico.

Leggi lo studio completo e il comunicato sulla patologia cronica nel paziente irregolare.

Leggi tutto »

06/04/2018

Raccogliere la sfida della complessità

Le richieste del Naga per le famiglie sgomberate dall'ex caserma Perrucchetti. E non solo.

Leggi tutto »

Eventi

02/05/2018